Il premio Terzani 2014 assegnato al pakistano Hamid

mohsin-hamid

Mohsin Hamid autore di riferimento della letteratura internazionale e Pierluigi Cappello sono i vincitori della X edizione del premio Tiziano Terzani.

A dieci anni dalla scomparsa di Tiziano Terzani dall’8 al 18 maggio si tiene a Udine la rassegna “Vicino/Lontano” promossa dall’omonima associazione culturale della famiglia Terzani. All’interno del Festival verrà consegnato il  Premio letterario internazionale che per la prima volta vede due vincitori: “Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente” del pakistano Hamid e “Questa libertà” di Cappello.
Entrambe le opere sono state definite dalla giuria “di altissimo valore e perfettamente rappresentativi, attraverso il loro lavoro, dell’esperienza e dell’eredità umana e professionale consegnata al nostro tempo da Tiziano Terzani.”

Mohsin Hamid nato a Lahore, scrive di politica, arte, letteratura per diverse testate internazionali. Il suo primo romanzo, Nero Pakistan (Piemme 2008) ha vinto il Betty Trask Award. Il fondamentalista riluttante (Einaudi 2007) è il suo bestseller internazionale tradotto in più di 25 lingue. Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente (Einaudi 2013) è l’ultima opera.

9788806215774Il protagonista di “Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente” si appresta a conquistare la ricchezza a tappe forzate, facendosi un’istruzione, evitando (senza troppo successo) d’innamorarsi, scansando gli idealisti e i gruppi religiosi, ricorrendo a mezzi poco ortodossi. E dell’Asia, nel corso di questa ascesa, emergono anche i lati oscuri o sommersi: la violenza, la corruzione che rende indispensabile “farsi amico un burocrate”, la presenza pervasiva anche nella vita economica dei militari, “artisti della guerra”.

Tutti i libri di Mohsin Hamid in lingua urdu sono ordinabili da BookBank.